C a r l o   d e   N o n n o

 c o m p o s e r,  g u i t a r i s t   a n d   p e r f o r m e r

CARLO DE NONNO (Napoli, 1956).
 
Compositore, chitarrista e poeta, ha partecipato al movimento napoletano degli anni Ottanta volto al rinnovamento drammaturgico del 'dopo Eduardo' componendo le musiche originali per gli allestimenti di personaggi di spicco quali Mario Santella, Enzo Moscato e Annibale Ruccello. In particolare, il lungo sodalizio con quest'ultimo lo ha portato a comporre i temi originali per Ferdinando, la celebre commedia che vinse il premio IDI nel 1983 divenendo il testo più emblematico e rappresentato della cosiddetta 'Nuova Drammaturgia Napoletana'. 
 
La carriera di musicista per il teatro è poi proseguita fino ai nostri giorni con decine di allestimenti di risonanza nazionale tra cui spiccano Notturno di donna con ospiti, di A. Ruccello con Giuliana De Sio, e Gloriosa di Peter Quilter, con Katia Ricciarelli, entrambi per la regia di Enrico Maria Lamanna. 
 
Come compositore in senso più ampio, ha registrato sue composizioni per la Cam Record e la Fonit Cetra ed è stato eseguito in importanti festival di musica contemporanea. Per la Ut Orpheus di Bologna ha pubblicato le 3 Piccole Suites (2008) e i quattro Homages per chitarra (2015). 
 
Come chitarrista, si esibisce in originali recital a tema, in cui alterna esecuzione strumentale e canto, mettendo a frutto gli intensi scambi culturali e musicali intrattenuti negli anni con, tra gli altri, Sergio Notaro, Vincenzo Di Benedetto, Leo Brouwer, Bruno Battisti D'Amario.È stato membro di giuria in diversi Concorsi e Premi chitarristici ('Suoni Nuovi Autori', 'Ciao Classica') nell'ambito della sua collaborazione con la chitarrista e didatta Adriana Tessier. Collabora, in qualità di recensore, con la rivista Chitarra acustica ed è attivo anche in campo letterario e poetico: con il suo racconto Il concerto per pianoforte e orchestra n. 5 di Beethoven ha vinto nel 2008 il primo premio del concorso 'Marcel Proust: la musica della memoria', indetto dalla casa editrice Florestano di Bari per un racconto inedito di argomento musicale.