CARLO DE NONNO (Napoli,1956)

Compositore, chitarrista e poeta, ha partecipato al movimento napoletano degli anni Ottanta volto al rinnovamento drammaturgico del 'dopo Eduardo' componendo le musiche originali per gli allestimenti di personaggi di spicco quali Mario Santella, Enzo Moscato e Annibale Ruccello. In particolare, il lungo sodalizio con quest'ultimo lo ha portato a comporre i temi originali per Ferdinando, la celebre commedia che vinse il premio IDI nel 1983 divenendo il testo più emblematico e rappresentato della cosiddetta 'Nuova Drammaturgia Napoletana'.
La carriera di musicista per il teatro è poi proseguita fino ai nostri giorni con decine di allestimenti di risonanza nazionale tra cui spiccano Notturno di donna con ospiti, di A. Ruccello con Giuliana De Sio, e Gloriosa di Peter Quilter, con Katia Ricciarelli, entrambi per la regia di Enrico Maria Lamanna.
Come compositore in senso più ampio, ha registrato sue composizioni per la Cam Record e la Fonit Cetra ed è stato eseguito in importanti festival di musica contemporanea. Per la Ut Orpheus di Bologna ha pubblicato le 3 Piccole Suites (2008) e i quattro Homages per chitarra (2015). Come chitarrista, si esibisce in originali recital a tema, in cui alterna esecuzione strumentale e canto, mettendo a frutto gli intensi scambi culturali e musicali intrattenuti negli anni con, tra gli altri, Sergio Notaro, Vincenzo Di Benedetto, Leo Brouwer, Bruno Battisti D'Amario.È stato membro di giuria in diversi Concorsi e Premi chitarristici ('Suoni Nuovi Autori', 'Ciao Classica') nell'ambito della sua collaborazione con la chitarrista e didatta Adriana Tessier. Collabora, in qualità di recensore, con la rivista Chitarra acustica ed è attivo anche in campo letterario e poetico: con il suo racconto Il concerto per pianoforte e orchestra n. 5 di Beethoven ha vinto nel 2008 il primo premio del concorso 'Marcel Proust: la musica della memoria', indetto dalla casa editrice Florestano di Bari per un racconto inedito di argomento musicale.

  INTERVISTA a Carlo de Nonno per Chitarra Classica Italia, condotta da Nicolò Renna (8 dicembre 2020).

Dopo un lungo periodo di stop torno finalmente a suonare al Circolo Arcobaleno.

Un momento atteso, a lungo, e carico di emozioni, nostalgia, del bisogno di raccontarmi, di guardare i volti dei miei amici e del mio affezionato pubblico e di abbracciarli con la mia musica.

Vi aspetto in tanti il 28 maggio 2022 presso l'associazione culturale Arcobaleno, a Roma, in Via Pullino 1.

Spero possa essere la prima di una serie di dimostrazioni tangibili della possibilità di una nuova partenza per tutti.

La musica salva il mondo.

Homage to Philip Larkin (interprete: Gabriele Curciotti)

È per me un grande onore comunicare che il mio "Homage to Erik Satie", brano di apertura degli Homages editi dalla casa editrice  UT Orpheus, è stato selezionato tra gli studi obbligatori per il compimento del Secondo ciclo del programma di chitarra classica presso la Confédération Musicale de France (CMF).

La CMF è la più importante federazione francese di associazioni musicali e artistiche (oltre 4500 associati).

Del suo comitato d'onore hanno fatto parte nomi quali Pierre Boulez e Maurice André.

ALTRE INFO

 

 

Il 20 luglio 2021, nell’ambito dei Concerti del Tempietto, la prestigiosa rassegna romana di musica e performance, il duo formato da Martina Massimino e Veronica Ramonda ha suonato in prima assoluta la trascrizione per flauto e chitarra dell’Homage to Jon Lord (Ut Orpheus), che ho dedicato espressamente a queste due straordinarie musiciste. VIDEO